recensione kindle oasis Amazon
Lettori eBook Smartphone, tablet & lettori ebook

Recensione Kindle Oasis: vuoi sapere perché costa così tanto?

Kindle Oasis Amazon

8.4

Qualità/prezzo

7.0/10

Qualità dei materiali

8.0/10

Esperienza d'uso complessiva

9.5/10

Estetica

9.0/10

Pros

  • Solita ottima qualità Kindle
  • Schermo splendido
  • Bella custodia (anche se cara e inclusa nel prezzo)
  • Molto leggero (senza custodia)
  • Batteria extra inclusa nella custodia

Cons

  • Esageratamente costoso
  • Non apporta molte migliorie nella lettura
  • Sistema chiuso che non legge gli epub
  • Niente lettura dei testi
  • Non impermeabile

Recensione Kindle Oasis: cosa può fare e non può fare? Perché costa così tanto? Ecco le risposte.

Le mie recensioni dei Kindle Paperwhite e Voyage sono state tanto apprezzate da costringermi a fare un po’ chiarezza su questo nuovo lettore ebook, tanto bello, tanto studiato (del resto Amazon ha un intero comparto che studia le abitudini dei lettori e cerca di adeguare i propri prodotti ad esse) ma tanto, tanto, tanto…troppo?…costoso.

In questa recensione Kindle Oasis non troverete dettagli tecnici incomprensibili, del resto non ci si distacca molto dal Paperwhite/Voyage in quanto a qualità di lettura (anzi, per certi versi si fa pure un passo indietro come scriverò), nè tantomeno farò paragoni per chiarire se sia meglio per voi un Kindle o un Kobo: per tutto ciò ci sono già le suddette recensioni, che trovate qui per il Paperwhite e qui per il Voyage.

Preferisco invece rispondere alle domande ovvie e meno ovvie che sorgono di fronte a questo dispositivo, svelando qualche piccolo trucco di marketing che spero possa portare a un acquisto più consapevole. Si parla di soldi, tanti soldi. Una cifra mai vista per un lettore ebook che per quanto di qualità indiscutibile non porta le stesse innovazioni della precedente generazione, quindi se si affronta questa spesa che almeno la si faccia con piena coscienza.

Fonte: Amazon.it
Fonte: Amazon.it

Prima di scrivere “Quello che non vi dicono sul Kindle Oasis: domande e risposte” (vedi sotto), che penso siano la parte più interessante della recensione, due piccole premesse:

PERCHE’ IL KINDLE OASIS COSTA COSI’ TANTO? #1:

LA SPIEGAZIONE LOGICA E  “MATERIALE”…

Vi ricordate il Paperwhite? Vi ricordate il costo delle custodie ufficiali (circa 40 euro)? Ecco, stavolta non potete esclamare “Wow, è bellissima ma 40 euro di custodia non li spenderò mai, se a volte il lettore ebook in sconto costa 99 euro…è immorale!”, per poi andarvi a comprare una (altrettanto buona) a 15-20 euro massimo. Stavolta è inclusa, bellissima, con batteria extra integrata…e obbligatoria. E nessuno include niente per niente, no? Tra l’altro, come detto, include una batteria che va a ricaricare quella dell’Oasis quando viene connessa ad esso tramite magneti, garantendo un’autonomia di diverse settimane (ufficiali, leggi in seguito il perché), quindi se già la custodia standard costava tanto, figuriamoci quando al cuoio vai ad aggiungere anche una funzione di questo tipo.

 

PERCHE’ IL KINDLE OASIS COSTA COSI’ TANTO? #2:

PER FAR VENDERE IL PAPERWHITE, E’ OVVIO 😉

(eravate a conoscenza di questo trucchetto di marketing?)

La legge del contrasto, che fa parte dell’ABC della scienza della persuasione e del marketing, dice che le nostre scelte vengono prese sempre per confronto. Quindi non esiste un prodotto caro o economico in assoluto…dipende sempre dal confronto con un altro preso a paragone. Ne consegue che se faccio una prima richiesta esageratamente alta, la seconda sembrerà molto più abbordabile e nella stra-grande-maggioranza dei casi verrà accettata.

Tradotto: il Kindle Oasis, per quanto ottimo prodotto in termini di usabilità, innovativo come estetica, ricercato in quanto a bilanciamento ed esperienza di lettura e bla bla, è ormai assodato venga venduto a un prezzo altissimo per un eReader. Il nuovo Paperwhite, che a livello tecnico in quanto a lettura è identico, se escludiamo un numero inferiore di LED che comunque non pregiudica la lettura, non solo costa meno della metà ma a spesso cala praticamente a MENO DI UN TERZO (99,99 euro) rispetto alla versione più costosa di Oasis.

Morale della favola: se uno compra il Kindle Oasis, il produttore guadagna uno sproposito. Ma se non compra l’Oasis è quasi certo prenderà il Paperwhite o il Voyage, che a confronto sembreranno regalati ed avranno un bel picco di vendita (soprattutto il primo).

UN BEL CAMBIO DI FILOSOFIA…

Questo è un bel cambio di rotta rispetto al passato. Pochi sanno che il Kindle base tutt’ora sul mercato è venduto ad un prezzo tale da fare andare in perdita (teorica) Amazon. In produzione costa 5 dollari in più rispetto a quanto è venduto…Una follia? No, visto che l’obiettivo è sempre quello di guadagnare sulla vendita degli ebook (leggi: “se io ti fornisco il dispositivo perfetto ed economico, nonché legato alla mia piattaforma, sei obbligato a sfruttare quest’ultima”). In questo caso i costi di produzione sono circa un terzo della richiesta finale, un bel cambio di filosofia.

recensione kindle oasis: molto, molto sottile

QUELLO CHE NON VI DICONO SUL KINDLE OASIS:

DOMANDE E RISPOSTE

  • Il Kindle Oasis è impermeabile?

    No (il Kobo Aura H2O lo è, IP67, con schermo da 6,8 pollici e un costo di 180 euro). E francamente se l’avessero fatto impermeabile si sarebbero risparmiati le domande che girano in rete tipo “Ma è inclusa anche la roba che hanno fumato ad Amazon quando hanno scelto il prezzo?” o “Per quella cifra dovrebbe anche farmi il caffè mentre leggo.”

  • Il Kindle Oasis è dotato di lettore vocale dei testi?

    No. Altrimenti crollerebbero le vendite del nuovo Fire, no? 😉
    (per la cronaca, il primo Kindle aveva tale funzionalità)

  • Il Kindle Oasis ha uno schermo in grado di adattare la luce in base a quella ambientale?

    No (contrariamente al Kindle Voyage, che costa almeno 120 euro meno)

  • Il Kindle Oasis ha una luminosità migliore?

    Si.
    Versione marketing: migliore del 60% rispetto al miglior Kindle precedente.
    Versione reale: l’Oasis ha 10 LED, il Voyage 6, il Paperwhite 4. E Il Paperwhite è già un ottimo dispositivo in quanto ad illuminazione.

  • Il Kindle Oasis prevede il testo in negativo (sfondo nero, lettere bianche) per agevolare chi soffre di ipovisione?

    No.

  • I tasti fisici del Kindle Oasis per andare avanti e indietro sono comodi?

    Enormemente, non a caso erano presenti nella prima generazione di Kindle, quando il touchscreen era ancora lungi dall’essere implementato. La risposta è di certo più reattiva. Si vocifera che siano stati reintrodotti per catturare proprio chi usava ancora la prima generazione di Kindle, ormai da anni abituata ai tasti fisici e costretta a mollare il loro storico dispositivo perché con l’ultimo aggiornamento – toh – non si può connettere più al proprio account Amazon.

  • Il Kindle Oasis è più leggero degli altri?

    Si. Anche se la risposta giusta è “dipende a chi lo chiedi”. Mentre gli altri si attestano attorno ai 200 grammi di media (15 grammi in più o in meno), l’Oasis si vanta di essere una piuma di 131 grammi (senza custodia). Incuriosito da quel “Senza custodia” specificato, ho poi scoperto che con la custodia ne pesa 240…! Ma ovviamente tutti tolgono la custodia durante la lettura, no? (ah, il marketing…)

  • Il Kindle Oasis ha la memoria espandibile?

    No. Non che serva particolarmente, visto che per riempire 4 GB di libri ce ne vuole, ma per 280 eur…ok, la smetto.

  • Il Kindle Oasis ha lo schermo a colori?

    No.

  • Il Kindle Oasis legge gli ebook in formato EPUB?

    No. E’ necessario prima convertirli in formato mobi, anche col software gratuito Calibre.

  • E’ incluso il caricatore?

    No. Ma si può adattare uno che si ha già a casa invece di spendere 20 euro per quello ufficiale.

  • Perché si chiama Kindle Oasis?

    Perché avere i soldi per acquistarlo è un miragg…ehm, cioè, perché puoi andare su un’oasi senza il pensiero di doverlo ricaricare (sic!)

  • Ma se il Kindle Oasis esce il 27 Aprile 2016 perché c’è scritto che “A causa di un’alta richiesta, alcune configurazioni verranno spedite più tardi del 27 aprile.”?

    Versione mentale: “Alta richiesta” = “Tutti l’hanno preso, devo averlo anch’io! Altrimenti se perdo ancora tempo verrà spedito nel 2019!” (ah, il marketing…)
    Versione reale: “Alta richiesta” = “Non sapendo quanti ne avremmo venduti avevamo un piccolo stock pronta consegna ma l’abbiamo quasi raggiunto, quindi serve tempo per farcene mandare altri”

  • Ma la versione 3G+WIFI del Kindle Oasis conviene?

    A 60 euro in più? Per scaricare un ebook mentre sei al supermercato, non potendo aspettare di tornare a casa dove c’è il WIFI? Come no.

  • La batteria del Kindle Oasis dura davvero settimane?

    Si, settimane. Ma è un calcolo fatto considerando mezz’ora al giorno (vedi specifiche tecniche), con wi-fi disattivato e luce settata circa a metà intensità, quindi anche qui è tutto relativo.

RIASSUMENDO….

Chi aveva già un Paperwhite/Voyage e pensa di fare il salto di qualità si sbaglia di grosso: non per la qualità del prodotto, ineccepibile con i classici limiti di “ecosistema chiuso” del Kindle, ma piccole chicche funzionali come un’ergonomia superiore, la rotazione dello schermo in base alla mano utilizzata per reggerlo o la batteria integrata nella (bella) custodia non giustificano una tale spesa. Non si parla infatti di migliorie a livello di contrasto, DPI o personalizzazione, ossia la grande innovazione del Paperwhite rispetto ai modelli precedenti. In quel caso si passò dal commercializzare una Chevrolet a una Ferrari. Tra Paperwhite/Voyage e Oasis invece è come se aveste una Ferrari con autoradio Bose e passaste a una Ferrari con l’autoradio Bose e i sedili in pelle. E quattro LED in più.

Chi non bada a spese e non avrà rimorsi a spendere quasi 300 euro (o circa 350 nel caso del WIFI+3G…ma in quel caso contattatemi pure per una donazione, l’accetto volentieri) pur di essere all’ultima moda non si pentirà dell’acquisto, probabilmente razionalizzando la spesa (“Costa 300 euro ma perché è il più meglio assai dell’universo conosciuto e sconosciuto! Costasse cento euro meno sarebbe una di quelle robe scarse da pezzenti.”)

Chi pensa di entrare nel mondo degli ebook spendendo una cifra non indifferente “così per i prossimi vent’anni sto a posto” invece può benissimo risparmiare centinaia di euro e prendere il Paperwhite, magari approfittando dei frequenti sconti a 99,99 euro. O il Voyage per godersi l’adattamento automatico della luminosità (che l’Oasis non ha). O il Kobo Glo HD/Aura se volete un dispositivo più aperto e, uhm, riempibile di bella roba proveniente anche da fuori Amazon. Davvero, sarebbe come dare la Ferrari con la carrozzeria in oro a un neopatentato…invece della semplice Ferrari.

 


Dove trovarlo? Su Amazon naturalmente…ma attenzione al modello da acquistare!

Giudizio globale (qualità/prezzo): 

Acquistalo scontato direttamente da Amazon.it: Kindle Oasis