Ricoh Theta V Fotocamera e Videocamera 360 4k foto-min
Fotografia

Ricoh Theta V Recensione di uno videocamera 4K con riprese a 360°

Ricoh Theta V

9.3

Qualità/prezzo

9.0/10

Qualità dei materiali

9.5/10

Facilità di utilizzo

9.5/10

Estetica

9.0/10

Uso in mobilità

9.5/10

Pros

  • Foto/video a 360° eccellenti
  • Leggerissima, da taschino
  • Video in 4K
  • Connessione via bluetooth o wifi privato con lo smartphone
  • Suono a 360° integrato

Cons

  • Accessori iper-costosi
  • Viene fornita solo una leggera custodia in neoprene
  • Non sta in piedi da sola (serve il treppiede)

Ricoh Theta V Recensione di una fotocamera e videocamera 360° 4K

Dire che l’attendevo è riduttivo, visto che per lavoro già uso le riprese a 360° come strumento aziendale ma con strumenti più economici della Theta V.

Tuttavia sarei combattuto nel dare una valutazione “semplice” di questo prodotto perché non credo sia possibile…E’ un apparecchio innovativo, ultra portatile, tendenzialmente strafigo…però se spendi 450 euro direi che ti aspetti di più sotto una serie di punti di vista. Quindi tanto vale conoscere le perplessità che mi ha riscontrato PRIMA di spendere 450 euro (oggi in sconto su Amazon a questo indirizzo). Se poi vi stanno bene, vi divertirete parecchio (e non rimpiangerete la cifra).

Cominciamo con il video ufficiale, poi passeremo a pro e contro.

 

RICOH THETA V RECENSIONE DEI “PRO”

– 12 MP a telecamera, poi fusi per ottenere immagini a 14 megapixel. I video invece li gira a 4K/30fps e possono essere caricati su Youtube, dando vita a prodotti “navigabili” (basta tenere premuto il tasto sinistro del mouse sul video e muoverlo) come questo:

Performance in condizione di scarsa luminosità apprezzabile: ISO3200 per le foto, ISO6400 per i video.

Ultra portatile: 120 grammi, un dispositivo più piccolo e leggero di un registratore vocale (dove le due batterie AAA pesano più che tutta la Theta V, ivi inclusa la sua batteria al litio ricaricabile con un normale cavo microUSB incluso). Guardate quanto è sottile:

Ricoh Theta V Fotocamera e Videocamera 360 4k lato-min

– L’aggiornamento firmware successivo all’installazione del software per Win/Mac (obbligatorio usare quello, via app non si può fare, ne notifica soltanto l’esistenza) ha corretto la stabilità del segnale wifi a 2.4GHz tra smartphone e Theta V. Prima l’immagine tendeva a saltare per un istante ogni due o tre secondi, rendendo oggettivamente pessimo l’utilizzo della videocamera. L’app serve anche per rendere i video adatti al caricamento su Youtube.

– Come accennato, il collegamento con lo smartphone può avvenire sia via bluetooth che connessione wifi “privata” tra i due dispositivi (ossia non legato a una connessione a una rete wifi casalinga). Questa può avvenire sulla doppia banda 2.4/5 GHz, con la prima adatta all’uso indoor.

Risoluzione ottima ma soprattutto resa a 360° eccellente. Uso un Alcatel Idol 4S che, di suo, nasce per la VR e che esce di fabbrica in bundle con un visore che gli fa da confezione, quindi son passato dal godere delle riprese a 360° offerte da giochi o filmati professionali alla possibilità di farli e godermeli successivamente col visore, come fossero in diretta. Senza andare troppo lontano pensate alla ripresa di un compleanno: io praticamente nei video di quelli dei miei figli fino ad ora non ci sono…perché sono io quello che riprende! Con un apparecchio del genere finalmente non solo ci sarò anch’io ma sarà possibile anche per loro in futuro rivivere quel momento con gli occhi e le orecchie di un qualunque partecipante.

Ricoh Theta V Fotocamera e Videocamera 360 4k microfono ricoh ta-1-min

audio nativo spaziale a 4 canali. Volendo è possibile collegarvi il microfono esterno Ricoh TA-1 3D  per beneficiare del suono a 360 gradi di livello superiore, ma a caro prezzo (250 euro circa). Onestamente non credo se ne senta il bisogno, a meno appunto di andare a un concerto. Di sicuro l’idea stessa di una ripresa 360° dalla postazione di un direttore d’orchestra con audio di qualità superiore a quello nativo mette i brividi. Ma basta un semplice esempio come il seguente per dare l’idea:

Costa circa 400 euro meno della Garmin VIRB 360 e della GoPro Fusion…certo, quelle registrano in 5K ma a meno di un uso estremo per il quale la Theta V non è adatta quest’ultima va più che bene.

Ahimè è bene analizzare anche l’altro lato della medaglia.

RICOH THETA V RECENSIONE DEI “CONTRO”

– L’assenza dello slot per una memoria esterna a mio parere è la pecca maggiore perché costringe continuamente al riversaggio dei video girati a un dispositivo esterno. Perché avrà pure circa 20 GB di memoria effettiva, ma in 4K se ne vanno in una ventina di minuti di riprese. Addio tutto il concerto dei Coldplay in 4K 360°, insomma.

Vuoi o non vuoi la ripresa è legata allo smartphone. Non perché senza questi sia impossibile, sia chiaro, ma l’assenza di un riferimento diretto sulla videocamera (il display in queste dimensioni sarebbe stato utopistico) ti spingere a chiederti se la Theta V stia registrando bene, COSA stia registrando, QUANTO tempo resti…Come se non bastasse, come già detto, si è costretti all’installazione di un altro software (diverso) su PC/Mac, sia per la questione firmware che per la post produzione che vada oltre i filtri tipici di Instagram e qualche altro aspetto grafico minore.

Ricoh Theta V Fotocamera e Videocamera 360 4k portatile-min

– Ve la portate dietro ovunque, è vero, ma nel mio caso più della metà delle volte l’uso è fermo, stabile, al centro di una stanza o di ciò che voglio riprendere. Il problema è che non sta in piedi da sola o, meglio, basta niente e cade…Lo so perché la mia l’ha fatto e, se cade, lo fa da uno dei due lati con gli obiettivi. E lì ti si gela il sangue, visto che il botto è esattamente in quel punto. Ha l’attacco per il treppiede, che non solo è stra-stra-straconsigliato (ne avessero aggiunto uno da 5 euro nella confezione sarebbe stato stra-stra-stragradito…e a quel prezzo potevano pure farlo) ma sarebbe stato meglio aggiungere una semplice base di plastica quadrata rimovibile. Costo: 10 cents.

Zero protezione…bellissima, elegante, portatile…ma a parte la custodia in neoprene (sacrosanta, in mancanza d’altro) non c’è altro. Fortunatamente ho visto che vendono delle custodie in silicone di terze parti a poco prezzo sempre su Amazon. Ma, ancora una volta, ne avessero inclusa una sarebbe stata gradita

Costo folle degli accessori…i 250 euro per il microfono esterno li ho già citati, ma 200 dollari (quindi almeno 200 euro in barba al cambio) per la cover subacquea…che non è molto dissimile a quella di una GoPro…bah.

Ricoh Theta V Fotocamera e Videocamera 360 4k vs theta s-min
Paragone tra la Ricoh Theta V (la prima da sinistra), Theta S e Theta Sc

IN SINTESI: RICOH THETA V O THETA S? DIPENDE…

Rispetto al modello Theta S c’è stato un balzo in avanti da diversi punti di vista, ma se la caratteristiche introdotte col modello Theta V vi sembrano “troppe” per l’uso che pensate di farne (vedi 4K contro il FullHD massimo della Theta S) se quest’ultimo dovesse avere una diminuzione di prezzo per via dell’uscita del nuovo modello un pensierino glielo farei…Ad oggi costa quasi 150 euro in meno su Amazon.

Giudizio globale (qualità/prezzo): 

Acquistala scontato direttamente da Amazon.it: RICOH THETA V

Tags