Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione-min
Cucina

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione di un mostro di potenza per paste e dolci

Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+

9.4

Qualità/prezzo

9.0/10

Qualità dei materiali

9.5/10

Facilità di utilizzo

9.9/10

Estetica

9.0/10

Longevità

9.5/10

Pros

  • Realizza creme in un lampo
  • Movimento planetario reale
  • Un blocco di metallo pressofuso, altro che plastica
  • Accessori di alta qualità
  • Possibilità di espansione con accessori extra

Cons

  • Solo tre accessori inclusi (i più utilizzati, comunque)
  • Cambia poco rispetto al modello precedente (che costa uguale)
  • Andrebbe comprata solo da chi pensa di usarla spesso
  • Accessori extra costosi

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+
Recensione di un mostro di potenza per dolci e qualunque cosa possa essere impastata

Visto che, come tengo sempre a dire,  per me è importante siate consapevoli di ciò per cui state investendo (tanti) soldi, più che dire soltanto quanto è bella, robusta bla bla bla (te credo, visto quanto costa…E comunque la Moulinex è sempre la Moulinex, fosse solo per la produzione in Francia e non in Cina) preferisco concentrarmi su aspetti poco operativi che possano togliervi un po’ di dubbi, anche perché conosco bene la famiglia del prodotto.

A casa, infatti, abbiamo usato per due anni il modello Moulinex Masterchef Gourmet+ QA603H, le cui uniche differenze a livello tecnico rispetto al modello in oggetto stanno

– nell’assenza del maniglione del recipiente

– in un paio di velocità in meno (6 invece che 8)

– in 100W in meno di assorbimento.

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione corpo macchina

Impastatrice Moulinex QA610D Recensione della qualità generale

Sulla qualità c’è davvero poco da obiettare: performante, facilissimo da usare e facilissimo da pulire, fedele compagno nella preparazione della migliore crema al mascarpone del mondo, di una robustezza sconcertante (è praticamente tutto di metallo pressofuso) e con un peso sufficiente da non farlo muovere nemmeno di un millimetro durante gli impasti più tosti, grazie anche alle ventose sul fondo.

Se vi state chiedendo se sia parlando del QA603H (quello vecchio) o del QA610D (questo) la risposta è: entrambi. Sono praticamente due macchine identiche sotto la maggior parte dei punti di vista, ivi inclusa la possibilità di montare accessori extra nel comparso superiore, semplicemente togliendo una copertura e rivelando l’albero motore per frullatore, tritacarne, macchina per la pasta…

Il “problema” di fondo è che questo QA610D rispetto al QA603H arriva con “solo” (virgolette d’obbligo) tre accessori:

– il gancio impastatore, per fare pane, pizze e tutto ciò richieda un’attività intensiva per un po’ di tempo (non a caso è tutto pressofuso pure lui)

– la frusta flessibile, che va a filo del recipiente così da recuperare impasto e che per montare roba è eccezionale, anche perché sfrutta il doppio movimento planetario

– lo sbattitore, che è quello che uso meno perché vado sempre di frusta per ciò che faccio, utile per mescolare impasti semi liquidi e robe del genere.

L’altro invece era quasi commovente, aggiungendo a queste tre:

– un frullatore da un litro e mezzo (da collegare sopra, come detto)

– un tritatutto con tre coni intercambiabili per frutta, ortaggi, formaggi ecc.

– tutto il necessario per trafilare la pasta fresca

Allora il prezzo era molto simile a questo, ma Amazon al momento l’ha fuori scorta dopo aver toccato cifre ridicole per la sua qualità (250 euro circa). Vi consiglio di controllare se è stato rimesso in catalogo cliccando qui.

Posso dire però una cosa? Credo di aver usato gli accessori extra giusto un paio di volte in due anni. Certo, chi fa la pasta in casa o chi preferisce risparmiare spazio e non comprarsi un altro frullatore non farà come me, ma gli accessori più usati sono di gran lunga il gancio per impastare e soprattutto la frusta per i dolci.

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione contenitore

Quindi bando al passato e godiamoci il maniglione. In effetti non se ne sentiva la mancanza quando lo riponevo in dispensa, ma avrei pagato seduta stante una bella cifra quando per esempio dovevo travasare la crema appena fatta nelle ciotole, tendendo tipo palla da football americano sotto l’ascella, non avendo idea di come fare tutto da solo. E’ facilissimo da pulire, non ci sono feritoie o punti morti dove va ad annidarsi il cibo.

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione dei piccoli difetti

Purtroppo riscontro ancora l’unico difetto che, cercando proprio il pelo nell’uovo, ho riscontrato in entrambi i modelli: dipende cosa impasti, specie la pasta di pane o creme che schizzano, parte può finire nel giunto dove si innestano (in mezzo secondo) gli strumenti, ossia vicino al perno rotante che genera il movimento planetario. Niente di drammatico, basta un cotton fioc per togliere tutto, però tenevo a scriverlo.

Non annovero tra i difetti il rumore. Fa rumore, certo. Come potrebbe non farlo con un motore da 1000W? Ma per un tiramisù che fa impallidire quello della pasticceria o una crema gialla divina francamente non mi confondo per un minuto di rumore. Tra l’altro se ne dovrebbe limitare l’uso continuativo entro il quarto d’ora (dieci minuti ancora meglio) perché tende a riscaldarsi non poco. Non a caso sono presenti pure gli sfiatatoi per raffreddare il motore. Pensatela come una Ferrari: se facesse lo stesso rumore di una bici elettrica vi sentireste truffati.

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+ Recensione sintetica

Non paragonatela a “””planetarie””” (non una ma tre virgolette d’obbligo) sotto i 100 euro, sarebbe un insulto sia da un punto di vista strutturale che come performance. Sarebbe come paragonare una macchina fotografica usa e getta di una volta alla reflex.

Questa va comprata se amate i dolci e volete farli in metà del tempo con una resa “yum yum” pari al triplo.

Se fate un dolce l’anno oppure pensate di non usare mai altre funzioni comprando gli accessori (costosi, c’è da dire) extra, potete virare su altre Moulinex che mantengono grossomodo la qualità generale ma hanno un rapporto qualità prezzo migliore, come l’eccellente Moulinex Masterchef Gourmet (senza +) QA5081 che costa meno della metà (fino allo scorso ottobre era al prezzo positivamente folle di 150 euro!) e offre le tre fruste più il frullatore.

Ultimo ma non ultimo è il Moulinex QA502G Mc Gourmet, che non sarà Masterchef, ma che per 299 euro (tantino, prima costava 260) offre una miriade di accessori.

 

Giudizio globale (qualità/prezzo): 

Acquistala scontata (a volte del 30%) direttamente da Amazon.it:

Impastatrice Moulinex QA610D Masterchef Gourmet+

Tags